Cloud computing: definizione, tipologie e perché adottarlo

Nov 2, 2021 | Consulenza informatica

Il Cloud Computing è senza dubbio la prossima frontiera per l’Industria 4.0, una tecnologia che cambia radicalmente l’approccio all’infrastruttura informatica aziendale. Ma cos’è esattamente il cloud computing, quali tipologie esistono e perché dovresti adottarlo nella tua azienda? 

Scopriamolo assieme.

Cloud computing: definizione e cos’è

La definizione di Cloud computing l’ha data il NIST, il National Institute for Standards and Technology: “… un insieme di servizi ICT accessibili on-demand e in modalità self-service tramite tecnologie Internet, basati su risorse condivise e caratterizzati da rapida scalabilità e dalla misurabilità puntuale dei livelli di performance, in modo da poter essere pagati in base al consumo.”

Ma esattamente cos’è il Cloud Computing

Il Cloud Computing è un sistema informatico in remoto accessibile tramite internet che offre incredibili possibilità. Significa che la potenza di calcolo diventa un servizio offerto da un provider, un fornitore, che mette a disposizione tutta l’architettura hardware e software per i bisogni della tua azienda. 

Server, database, rete, software, analisi e molto altro sono distribuiti, sotto forma di servizio,  da fornitori di terze parti tramite la rete Internet.

Cloud computing: tipologie

I cloud non sono tutti uguali, anche perché aziende diverse hanno bisogno di tipologie diverse di cloud. Per questo esistono 3 modelli di cloud computing che si differenziano per la modalità di distribuzione del servizio: cloud pubblico, cloud privato, cloud ibrido.

Cloud computing pubblico

Il cloud pubblico è un tipo di servizio virtualizzato in cui l’infrastruttura informatica si colloca al di fuori dell’azienda e viene condivisa da molteplici utilizzatori. In questo caso, è il provider a occuparsi della configurazione e della gestione del servizio. Questa opzione permette all’azienda di scaricarsi dei costi di mantenimento e gestione dell’infrastruttura, potendo comunque usufruire tramite internet di servizi fondamentali come potenza di calcolo, capacità di archiviazione e i server.

Cloud computing Privato

Nel caso del Cloud Privato, l’infrastruttura informatica è di proprietà della singola azienda che detiene il controllo esclusivo dei dati e delle risorse. È possibile optare per il Private Cloud quando l’azienda dispone di personale specializzato in grado di gestire l’infrastruttura tecnologica. 

Un cloud privato può trovarsi fisicamente all’interno del data center locale dell’azienda, oppure essere ospitato da un provider di terze parti, ma anche in quest’ultimo caso, l’accesso è a uso esclusivo dell’azienda proprietaria. 

In più, tutti i servizi e l’infrastruttura sono gestiti in una rete privata.

Cloud computing ibrido

I cloud ibridi, invece, come dice il nome stesso, sono un mix tra cloud pubblico e privato, e prevedono un utilizzo integrato delle due strutture, combinandole a seconda delle esigenze aziendali. Questa soluzione offre una configurazione più versatile dell’ambiente cloud, grazie alla possibilità di muovere i dati agilmente tra cloud pubblico e privato, aumentando la sicurezza della rete e dei dati stessi.

cloud-computing-definizione-tipologie-vantaggi

Cloud computing: esempi e servizi

Oltre a diversi tipi di cloud computing, esistono diversi servizi che possono essere distribuiti tramite cloud

Questi servizi vengono comunemente inseriti in 4 principali categorie: IaaS, PaaS, Serverless e SaaS.

Vediamo nel dettaglio i diversi servizi di cloud computing a cui la tua azienda può accedere in base ai propri bisogni.

IaaS – Infrastructure as a Service

In questo servizio di cloud computing il provider offre al cliente delle risorse su cui installare e gestire in autonomia le applicazioni. La fornitura del servizio è limitata all’infrastruttura informatica: server, Virtual Machine, risorse di archiviazione, sistemi operativi.

In breve: vengono forniti gli accessi ai server che il cliente ha richiesto e comprato.

Si tratta di un servizio base.

PaaS – Platform as a Service

Con questa tipologia di servizi di cloud computing, il provider offre al cliente una piattaforma preconfigurata su richiesta per lo sviluppo, il test, la distribuzione e la gestione di applicazioni in cloud computing. 

Queste piattaforme vengono ottimizzate per lo sviluppo e l’erogazione di applicazioni (es. Google App Engine, Apache Stratos OpenShift). In questo modo gli sviluppatori possono concentrarsi sullo sviluppo dell’applicazione o del software senza dover configurare l’ambiente di sviluppo, il server, la rete di archiviazione e i database.

Elaborazione Serverless 

Il provider di servizi cloud gestisce automaticamente la configurazione, la pianificazione della capacità e la gestione dei server. Si concentra sulla funzionalità di creazione delle App.

SaaS – Software as a Service

Il Software as a Service è un servizio di cloud computing in cui lo sviluppatore crea e opera un’applicazione web e la mette a disposizione dei clienti tramite la rete. Si tratta di applicazioni gestite su un’infrastruttura cloud (es. Google Apps, Dropbox, Salesforce, Cisco Webex). 

Serve per distribuire applicazioni tramite internet, in cui il provider del servizio SaaS ospita e gestisce sia il software che l’infrastruttura hardware sottostante, occupandosi della manutenzione di entrambi (aggiornamenti software, patch di sicurezza).

Perché usare il cloud computing: i vantaggi

Come detto in apertura, il cloud computing rappresenta un cambiamento radicale nell’approccio alle infrastrutture informatiche aziendali. Vediamo ora nel dettaglio quali sono tutti i vantaggi che il passaggio a questa tecnologia può avere per la tua azienda.

Risparmio economico

Il primo vantaggio del cloud computing è sicuramente economico perché potrai risparmiare sui costi di acquisto e configurazione hardware: server e data center. 

Il costo a budget da fisso diventa una spesa variabile in base alle risorse realmente consumate a cui si aggiunge il vantaggio delle tariffe di un’economia su larga scala che sono sicuramente inferiori rispetto a un’infrastruttura proprietaria. 

In più, il vantaggio economico è anche nell’abbattimento delle barriere geografiche: aprire una nuova sede operativa sarà semplice e rapido. 

Un altro risparmio considerevole è sui costi di manutenzione degli hardware e sul personale IT necessario per gestire l’infrastruttura informatica. 

Prestazioni al top

Con il cloud puoi contare su prestazioni sempre al top e dire addio all’obsolescenza delle macchine e ai relativi costi di sostituzione. Un provider di servizi cloud garantisce sempre hardware di ultima generazione e i software più aggiornati. 

Scalabilità

Il cloud computing permette di accedere alle tecnologie di cui si ha bisogno immediatamente, pagando solamente quello che realmente si consuma. 

Nel momento in cui si ha bisogno di un aumento di risorse, sarà sufficiente richiedere un upgrade al provider e saranno immediatamente disponibili. La stessa cosa vale nel caso in cui si voglia ridurre la quantità di risorse e servizi utilizzati e di conseguenza risparmiare. 

cloud-computing-definizione-tipologie-vantaggi-perchè-adottarlo

Sicurezza dei dati

La sicurezza dei dati è un altro dei vantaggi del cloud computing. Gli ambienti cloud offrono funzionalità avanzate legate alla sicurezza, garantendo un’ottima gestione dei dati. 

In più, tutti i dati presenti nel cloud, possono essere facilmente conservati e ripristinati, eliminando il rischio di perdite dei dati. Vengono ridotti anche i costi del backup e quelli del ripristino di emergenza e continuità aziendale.

Come scegliere il giusto servizio di cloud computing

Scegliere il provider dei servizi di cloud computing, può risultare complesso soprattutto per la grande offerta disponibile. 

Ci sono però alcuni fattori da tenere in considerazione prima di scegliere a chi affidare i dati aziendali. 

In primis, l’affidabilità dell’azienda che fornisce il servizio è un tema importantissimo. La solidità finanziaria per garantire una gestione senza interruzioni nel lungo periodo è assolutamente un fattore primario nella scelta. 

Un’altra questione da tenere in considerazione è la sicurezza. Il provider deve garantire la sicurezza e l’integrità dei dati del cliente per non rischiare perdite dati e assicurare dei backup. 

 

Se vuoi maggiori informazioni sui servizi di cloud computing di Valore BF, contattaci!

Sei già cliente?
RICHIEDI ASSISTENZA